martedì 13 settembre 2016

COMUNICAZIONE UFFICIALE: IL DOCU-FILM LA RIVELAZIONE AL SANDALIA SUSTAINABILITY FILM FESTIVAL



La Rivelazione, Il film che “rivela” i trucchi del “marketing sporco”, parteciperà al festival cinematografico internazionale legato ai temi della sostenibilità sociale e ambientale che si terrà in Sardegna.
È stata ufficializzata, attraverso una telefonata del direttore artistico del festival, Chiara Fadda, la partecipazione del docu-film LA RIVELAZIONE all’edizione 2016 del Sandalia Sustainability Film Festival.
Il Sandalia Sustainability Film Festival è il festival cinematografico internazionale che pone l’attenzione sulla tematica della sostenibilità ambientale e sociale. Si terrà in Sardegna con un’innovativa formula itinerante.

La Rivelazione”© è un docu-film prodotto dalla casa di produzione torinese Factory Performance, diretto dal regista Silvio Marsaglia, che racconta un evento di infotainment – presentato dall’autore del Manifesto del Marketing Etico Emmanuele Macaluso – e ripreso in una suggestiva location comprensiva di pubblico. Il film è ispirato ad “Una scomoda verità” di Al Gore.

L'incontro di divulgazione scientifica, ispirato ai principi del Manifesto del Marketing Etico, e che avviene con l'innovativa formula dell'infotainment, fa parte delle molte attività che Emmanuele Macaluso svolge ormai da  anni per condividere con i consumatori e il grande pubblico i "trucchi sporchi del marketing".
Grazie alle indicazioni di uno dei più talentuosi esperti di marketing del Paese, messaggi subliminali, false malattie, tecniche di condizionamento, creazione di falsi bisogni, greenwashing e comunicazione mendace, diventano termini che prendono forma davanti agli occhi del pubblico, mettendolo nelle condizioni di potersi difendere.

La grande sensibilità allo sviluppo di una visione di sostenibilità sociale che viene “rivelata” dal protagonista, nel corso degli 82 minuti di film, ben si è abbinata ai principi che sono alla base del prestigioso festival che ne ha accettato la candidatura.

La data di proiezione sarà resa pubblica a breve dall’organizzazione del Sandalia Sustainability Film Festival, mentre la data d’inizio del tour di presentazione  del film e dei dvd è attualmente allo studio della casa di produzione Factory Performance.

martedì 28 giugno 2016

PRESENTATA LA VERSIONE SEMPLIFICATA DEL MANIFESTO DEL MARKETING ETICO PER I CONSUMATORI SCRITTA DA EMMANUELE MACALUSO




È stata presentata, nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Torino, la versione semplificata del Manifesto del Marketing Etico dedicata ai consumatori.
A presentare il documento è stato lo stesso autore, l’esperto di marketing e divulgatore Emmanuele Macaluso, già autore della prima versione ufficiale del Manifesto del Marketing Etico presentata nel 2011.
Autentico “papà” dei temi dell’etica applicati al marketing in Italia.
Il Manifesto del Marketing Etico è un documento formale composto da 11 articoli. Attraverso gli articoli del Manifesto, il suo autore, condivide attività e principi di buona prassi per mantenere un corretto equilibrio nel rapporto tra le aziende e quell’insieme di persone che viene chiamato – in modo impersonale – “mercato”.

Il documento è rivolto ai tecnici quindi – esperti di marketing, comunicazione, docenti di queste materie e giornalisti – e fin dalla sua prima versione risultava chiaro dal punto di vista tecnico, ma poco leggibile per il comune cittadino e consumatore.
Per questa ragione, Emmanuele Macaluso, ha sviluppato una versione semplificata e non tecnica, attraverso la quale vuole rendere i principi che ne sono alla base, facilmente comprensibile anche alle persone non “addette ai lavori”.
Un’ennesima attività di divulgazione che si unisce ai saggi, agli incontri di divulgazione sul territorio che Macaluso svolge da anni e al docu-film LA RIVELAZIONE (www.larivelazione-ilfilm.com) in uscita nei prossimi mesi.

“L’etica è un valore imprescindibile nella nostra era – ha dichiarato Emmanuele Macaluso nel corso della conferenza, che ha così continuato – La totale mancanza di principi etici, o peggio ancora l’utilizzo dell’etica come valore comunicativo, ma non strategico e operativo, ha portato ad uno squilibrio tra le aziende e il mercato, con ricadute negative nell’economia sociale e reale non solo di questo Paese. Attraverso la pubblicazione di questo documento semplificato, desidero condividere e dare nuovi strumenti al consumatore. Se un esperto di marketing chiede ai suoi colleghi di seguire determinati valori e attività, è implicito che quei valori non vengano seguiti e attuati. Questo è pericoloso, perché l’intreccio tra economia, politica e società è oggi molto più forte che nel passato”.

La prima versione della versione semplificata del Manifesto del Marketing Etico è stata pubblicata all’interno del saggio “Dirty Marketing” (Golem Edizioni) dello stesso Macaluso, e da oggi è disponibile per il download gratuito sul sito ufficiale del Manifesto all’indirizzo www.manifestodelmarketingetico.org nella sezione “download”.


Di seguito gli 11 articoli del MANIFESTO DEL MARKETING ETICO nella sua versione semplificata a favore dei consumatori:

MANIFESTO DEL MARKETING ETICO
di Emmanuele Macaluso

- versione semplificata -


       Torino, luglio 2014

Articolo 1
L’etica è una risorsa importante per tutti e deve essere applicata attraverso tutte le conoscenze acquisite nei confronti delle nostre aziende, dei nostri clienti e del mercato.

Articolo 2
Non creare e immettere nel mercato falsi bisogni da lenire attraverso i nostri prodotti e i prodotti dei nostri clienti.

Articolo 3
Ogni scelta non ricade solo su chi la compie. Questa consapevolezza della responsabilità sociale del nostro lavoro deve essere alla base delle nostre scelte.

Articolo 4
L’utilizzo di comunicazioni mendaci non porta solo al profitto, ma anche ad una veloce perdita della credibilità. Scegliere l’utilizzo di quel tipo di linea comunicativa, sebbene possa essere l’opzione più semplice, mette in evidenza l’incapacità di ottenere gli stessi risultati attraverso metodi e scelte di natura tecnica e etica.

Articolo 5
Non vendere soltanto un servizio, ma i risultati.
Perché è per raggiungere i risultati che un tecnico viene scelto.

Articolo 6
È importante utilizzare i bilanci di missione e quelli sociali per comunicare il reale valore dell’operato dell’azienda e dei clienti, in modo riscontrabile, fornendo prove concrete.

Articolo 7
Mettersi nelle condizioni di poter mostrare in ogni momento il proprio operato nei confronti dei clienti, degli organi di controllo preposti e del mercato, fornendo dati reali e riscontrabili. La trasparenza è un valore che fa la differenza.

Articolo 8
Fare CSR e non Greenwashing.

Articolo 9
È necessario condividere il proprio metodo di lavoro e le conoscenze con i proprio allievi, al fine di metterli  nelle condizioni di fare meglio di noi, per il loro bene, quello dei clienti e quello del mercato.

Articolo 10
Non dimenticare che dietro la parola “mercato” c’è sempre un insieme di persone

Articolo 11
Con questo documento non si vogliono porre mere limitazioni, ma si desidera condividere responsabilità. Questo documento è una reale opportunità di dimostrare il valore e la differenza tra un vero tecnico del marketing e della comunicazione, e coloro che, inserendosi senza competenze, limitano la credibilità dei veri professionisti.



Emmanuele Macaluso


La prima versione di questa versione semplicata del Manifesto del Marketing Etico, è stata redatta nel luglio 2014 e pubblicata all’interno del libro “Dirty Marketing”, edito da Golem Edizioni e uscito nell’ottobre dello stesso anno. Questa versione rappresenta un’evoluzione di quel documento ed è stato redatto nel mese di giugno 2016.

giovedì 21 aprile 2016

COMUNICATO STAMPA: NASCE SMPI - SPORT MARKETING PROJECT ITALIA




Che il marketing nello sport  sia uno straordinario veicolo di promozione e di business è cosa assodata. Nasce una nuova realtà che si prefigge l’obiettivo di governare molti settori che riguardano il marketing sportivo. Da oggi l’associazione torinese Factory Performance entra nel mondo del marketing sportivo con una divisione specializzata chiamata SMPI – Sport Marketing Project Management.
Alla guida di SMPI è stato scelto Emmanuele Macaluso, ex atleta professionista ed esperto di marketing, già al coordinamento della press division di Factory Performance.

SMPI si propone sia ai singoli atleti che alle società sportive e ai circoli. Opererà in ambito di relazioni pubbliche, comunicazione, reputation management e gestione delle attività media e stampa. A queste attività si aggiungono quelle di consulenza tecnica e di marketing legata al management.
Tutti i servizi offerti sono disponibili a questo indirizzo http://www.emacaluso.com/smpi.htm

Per raggiungere gli obiettivi, SMPI – Sport Marketing Project Italia si avvarrà di partner di primo piano a livello nazionale che saranno presentati nei prossimi giorni a mezzo stampa.

SMPI - SPORT MARKETING PROJECT ITALIA
Powered by Factory Performance